Organizzare il matrimonio: prima fase

Come iniziare ad organizzare il matrimonio. Spunti ed idee

Care le mie Sposine,

quello di oggi è un articolo molto particolare (ed a tratti forse personale) perché parleremo di come iniziare ad organizzare il matrimonio. Come ben sapete, non sono una wedding planner quindi non posso definirmi un “asso dell’ organizzazione” ma la mia posizione fa si che possa sentire vicine tutte le problematiche di quelle ragazze che si accingono ad organizzare il proprio matrimonio. Quindi, essendomi posta io stessa questa domanda ed essendo Lovely Wedding un luogo di ritrovo tra amiche, ho pensato di condividere con voi la risoluzione della prima fase organizzativa. Probabilmente per molte di voi la mia soluzione potrà essere scontata, ed in questo caso perdonatemi ma io spero comunque di esservi utile.

organizzazione matrimonio

Wedding Chicks

Avete deciso di sposarvi ed adesso dovete iniziare ad organizzare il matrimonio: non sapete quale chiesa scegliere, non avete la più pallida delle idee di quali location (qui) esistano nella vostra zona, né dello stile (qui) o dei colori (qui) da adottare. Niente panico! Questo è senz’ altro un punto di partenza comune. Quindi: sedetevi e fate un bel respiro!

organizzazione matrimonio

The Perfect Palette

La prima cosa da fare, la prima di tutte, è fare una lista degli ipotetici invitati, ciò vi permetterà di fare una cernita delle chiese e delle location. Se il numero degli invitati sarà esorbitante avrete modo di depennare dalla lista tutte le piccole chiesette di campagna e le location che non possano ospitare un numero cospicuo di persone.

Il secondo passo con cui procedere per l’ organizzazione del matrimonio è molto semplice e statico. Armatevi di pc e block-notes per appunti e cercate tutte le location disponibili nella vostra zona. Non sottovalutate questo passaggio principalmente laddove non vi stiate avvalendo dell’ aiuto di un professionista. Le ricerche sul web possono riserbarvi dei risvolti inaspettati. Io stessa credevo di conoscere tutti ma proprio tutti i ristoranti, le ville ed i locali ma con estremo piacere (dispiacere) ho scoperto che così non è.

album colorati

Brit + Co

Dal terzo passaggio è previsto l’ impiego attivo del vostro lui, quindi se non è un tipo partecipativo, chiamate a raccolta le vostre capacità persuasive e girate tutte le location. Durante gli incontri chiedete:

  • I prezzi dell’ affitto delle location
  • Se la location adocchiata offra servizi di ristorazione
  • Se è possibile avvalersi di un servizio catering
  • Se esiste una cucina in cui il catering possa svolgere la sua attività
  • Il numero di ospiti che la location è capace di contenere
  • Quanti ambienti vi sono e dove abitualmente vengono organizzati i vari momenti dei festeggiamenti, dal ricevimento, al taglio della torta, all’ angolo per i bambini.
  • Se esiste una differenza di prezzo tra un festeggiamento estivo ed uno invernale.

Così facendo potrete conoscere cosa offre il mercato e quale si avvicini al vostro budget.

E’ un’ operazione che richiederà molto tempo, dunque non curatevi di coloro che vi diranno di “iniziare massimo un anno prima” ed iniziate quando ne avete voglia, quando iniziate a parlarne o il giorno dopo in cui il Vostro Lui (per conoscere qualche “avventura con Lui il Mio Lui clicca qui) vi faccia la sua proposta. Ricordate che i wedding planner sono dei professionisti che oltre ad avere un’ eccellente creatività, conoscono a tappeto tutti i servizi necessari per organizzare un matrimonio che il mercato offre. Ciò vi aiuterà a non fare scelte affrettate, riflettere su ciò che vi viene offerto dal mercato ed iniziare a comprendere anche quale stile faccia al caso vostro.

sposi bacio

Magnolia Rouge

Con quest’ ultimo passaggio si conclude l’ articolo sulla mia personale fase iniziale di organizzazione per il matrimonio dei vostri sogni. Spero con tutto il cuore vi sia piaciuto e possa in un qual modo di essere stata capace di chiarirvi le idee ed avervi dato qualche input in più. Vi invito a scrivere cosa ne pensate e se avete già affrontato questa fase a condividere con noi la vostra esperienza in maniera tale da chiarire le idee alle sposine che stanno avviando adesso l’ organizzazione. Quindi scrivete e scrivete… confrontiamoci e ricordate che Lovely Wedding è un luogo di ritrovo tra amiche!

Un bacio a tutte!|

Emanuela

Fiocchi per un matrimonio ricco di deliziosi dettagli

Fiocchi: dettagli romantici, versatili ed economici per 6 diversi aspetti del matrimonio

L’ articolo di oggi è interamente incentrato sui dettagli. I dettagli infatti sono importantissimi e a mio parere possono fare la differenza. Inutile dirvi che ne sono semplicemente entusiasta ed a dir poco innamorata. Di cosa sto parlando? Dell’ usare dei fiocchi in un matrimonio. Si! Avete capito bene: classici, semplici e zuccherosissimi fiocchi. I fiocchi in un matrimonio possono essere impiegati in ogni, ma proprio ogni aspetto come semplice dettaglio ma anche (in relazione al grado di gradimento) come un vero tema. L’ uso dei fiocchi in un matrimonio è un’ ottima occasione per dare un’ impronta romantica quale che sia lo stile scelto; è un dettaglio decisamente bon-ton e potenzialmente low cost (in quanto i fiocchi si prestano ad essere facilmente realizzati a casa). Non vi ho ancora convinte? Bene! Allora guardiamo in quali contesti i fiocchi possono venire usati il giorno delle nozze.

Partecipazioni

La prima idea per impiegare i fiocchi per il vostro matrimonio sono sicuramente le partecipazioni. Quando ne ricevo una con un bel fiocco ho quasi l’ impressione di schiudere uno scrigno prezioso e l’ emozione cresce. E’ come se quel momento divenisse ancora più importante, quindi… perché no?

fiocchi matrimonio

Pinterest

Continua a leggere

Matrimonio in Primavera

Matrimonio in Primavera e le 9 idee a cui ispirarsi per renderlo romantico e speciale.

Ragazze mie! La primavera sta per arrivare. E’ qui, proprio dietro l’ angolo! Ogni tanto si nasconde dietro qualche nuvola, si fa beffa di noi con qualche acquazzone passeggiero ma il sole è già pronto per illuminare e regalare calore alle nostre giornate. Quant’è bella la stagione dei matrimoni (qui)? E quanto è bello il matrimonio in primavera? Le rondini che ritornano in città, il rosa del cielo al tramonto, il calore del sole sul volto e lo svolazzare delle farfalle davanti ai nostri nasi, tutto assume un tono romantico e sembra incorniciare perfettamente lo scampanellio delle campane delle chiese in cui coppie di giovani innamorati si siano diranno il “si” più bello della loro vita.

Oggi voglio provare a darvi degli spunti che potrebbero caratterizzare il vostro matrimonio in primavera rendendolo ancora più speciale.

Uova e Nidi

Nonostante la Pasqua sia passata da un bel po’, uno degli spunti che voglio suggerirvi con il post di oggi è quello di usare le uova come particolare per personalizzare il vostro matrimonio. Dopo più di un anno dalla nascita del blog non dovrei stupirmi su come da semplici oggetti possano nascere risultati unici ma non è così e mi ritrovo sempre con un’ espressione basita e lo sguardo trasognante. Oggi, curiosando tra le decorazioni che possono essere realizzate con le uova posso affermare che il risultato sia strabiliante.

Le uova con la loro superficie liscia rendono possibile disegnarle, colorarle, rivestirle diventando ca-ri-ni-ssi-me!

matrimonio in primavera

Facebook

Continua a leggere

Sposarsi all’ estero per San Valentino

Sposarsi all’ estero: cinque mete per sposarsi a San Valentino e non.

 

Da romantica compulsiva quale sono, nel periodo di San Valentino vado giustamente in fibrillazione. Vedo i cuori brillare per le vetrine, fiocchi rossi, baci sfuggenti e tutto quest’ insieme di emozioni mi ispira. Il romanticismo di San Valentino prende e conquista inevitabilmente ogni donna ed essendo questo un periodo molto speciale io e la dolcissima Monica de “I viaggi di Monique” (se ti sei persa un la sua intervista clicca qui) abbiamo pensato a quelle coppie di giovani innamorati che vogliano progettare una fuga romantica al fine di sposarsi all’ estero.

Sposarsi all’ estero, infatti, non solo vi darà la possibilità di godere di scenari unici ma anche di unire il vostro matrimonio al viaggio di nozze.

Decidere di sposarsi all’ estero apre molteplici possibilità e per scegliere tra le varie mete bisognerà solo capire quale vi rispecchi maggiormente facendo breccia nel vostro cuore.
La prima città si trova nel cuore dell’Italia: l’immortale Roma dal fascino senza tempo. Dopo la celebrazione in una delle chiese della capitale, gli sposi ed i loro ospiti potranno festeggiare in una location davvero d’ eccezione: un tram. Ma non un tram qualunque. Un tram in cui oltre a tenere il banchetto potrete godere dei paesaggi urbani dell’ incantevole Roma. Immagino piccole composizioni di rose, magari color marsala (qui), luci soffuse ed una sposa in abito corto per non essere impacciata nei movimenti. Polaroid alla mano per un esclusivo servizio fotografico della giornata e via, a sfrecciare tra le vie della Dolcevita.

 

sposarsi all' estero

Regali 24

Continua a leggere

Color Marsala per il Matrimonio, la scelta di Pantone 2015

Il Color Marsala per un matrimonio sofisticato è il colore scelto da Pantone per il 2015.

Non sono un’ amante del rosso ma quando Pantone (qui) ha nominato per l’inverno 2015 il color Marsala ho dovuto ovviamente dare un’ occhiata e mi sono sorpresa quando mi sono ritrovata a pensare “intenso, di carattere e dal profumo siciliano, perché no?”. Il color Marsala è un rosso audace, sensuale e delizioso come il liquoroso vino siciliano.

 

color marsala

We Heart It

Continua a leggere

Cronache di una Damigella/Testimone – il grande giorno

Damigella testimone

Emanuela

 

“Vado a prendere la borsa!”

“Ma dopo torni?”

Quando la sposa risponde così all’ annuncio di una breve assenza, mentre la parrucchiera le completa l’ acconciatura ed i fotografi spuntano da dietro ogni mobile (spaventandoti!) e lei sembra perfettamente a suo agio, comprendi che quella tranquillità serafica è soltanto apparente.

“Certo che torno!”  le rispondo un po’ basita e priva della capacità di ironizzare.

L’ emozione quel giorno ha giocato brutti (forse è meglio dire “belli”) scherzi anche a me.
Tutto è stato come sempre abbiamo immaginato tutte le volte che ne abbiamo parlato nei lunghi viaggi verso la città universitaria, quando ancora questo giorno non era stato definito, quando ne parlavamo come se fossimo ancora bambine, quando sembrava che non dovesse arrivare mai, senza sapere che era incredibilmente vicino e sarebbe stato bellissimo. Le riviste, le ricerche, le immagini erano tutte lì nella calda serata estiva al ritmo di jazz, in una villa che sembrava uscita dal libro delle fiabe. Le emozioni, i sentimenti si legavano al romanticismo delle rose rosa ed al candore bianco delle peonie. Le suggestioni delle lanterne appese agli alberi del parco, la dolcissima wedding cake “creata con amore dalla sposa”. Tutto parlava di questa coppia di ragazzi meravigliosi.
Il momento che non dimenticherò mai? Il suo ingresso in chiesa sulle note dell’ Ave Maria di Schubert, quando gli occhi le si sono gonfiati di lacrime di gioia e l’ emozione è diventata reale. Lo sguardo di lui che si scioglieva davanti alla bellezza di quella ragazza che da lì a 40 minuti sarebbe diventata sua moglie (perdonandole istantaneamente i 45 minuti di ritardo).
Cosi tra un sorriso rivolto ad un fotografo (simpaticissimo) che mi chiedeva di far scendere quella benedetta lacrima di commozione che mi ostinavo a trattenere, un’ occhiolino di incoraggiamento a lei che si sporgeva per guardarmi da quel bellissimo altare, una piccola presa in giro al testimone di lui in alta uniforme ed uno sguardo alle loro mani che si stringevano forti, le mie cronache da damigella-testimone si concludono qui, con un’ unico e semplice pensiero finale: “vi voglio bene sposini del mio cuore”.

Manu

P.S. Se un sorriso, un’ emozione, un ricordo vi ha sfiorato il volto.. passate di quà e lasciatemi un piccolo cuore!